Cosa fare a Lecce

Città antichissima, ha vissuto attraverso le epoche storiche rimanendo sempre splendente ed è paragonata a Firenze per la sua bellezza. Stiamo parlando di Lecce, capoluogo del Salento, che sorge appunto ai piedi dell’altopiano che dà il nome al territorio e che, grazie al suo splendore barocco, può vantarsi di essere una delle città più belle d’Italia.

La Firenze del Sud

Lecce vanta questo soprannome in quanto vanta dei gioielli architettonici e artistici di certo non secondi alle grandi città d’arte come Firenze appunto. Quando entrate in città, attraverso le antiche mura cittadine, verrete colpiti dallo stile degli edifici, un elegante e raffinato barocco, chiamato per la sua precisione e unicità ‘barocco leccese’. Lecce è una città di maestri artigiani, che lavorarono finemente la pietra per ricavare le facciate imponenti delle chiese principali della città: la Basilica di Santa Croce e la Cattedrale di piazza Duomo. Proprio nella piazza Duomo si può trovare quello che è considerato il salotto della città, e in cui si affacciano anche il campanile, il Palazzo Vescovile e il Palazzo del Seminario. Continuando a passeggiare nel centro storico troverete anche Piazza Sant’Oronzo in cui, oltre alla statua del patrono posta in vetta ad una colonna ricavata da resti romani, potrete ammirare i resti dell’anfiteatro romano, il Palazzo del Seggio, chiamato il sedile, e la chiesa di Santa Maria delle Grazie, al cui interno sono conservati numerosi affreschi. Immancabile è anche il Castello Carlo V, piccola fortezza nel cuore della città e la visita alle porte delle mura, tra cui la più interessante è Porta Rudiae, decorato con statue di santi e colonne che reggono l’arco principale.

Il Salento

La terra salentina è un territorio magico, fatto di antiche tradizioni e culture, di cui tutti si innamorano. Incastonato tra due mari, Adriatico e Ionico, il Salento e il suo capoluogo, Lecce, rivelano ai suoi turisti delle spiagge incantate, delle vertiginose scogliere e anfratti sul mare, distese di ulivi e negli antichi borghi dell’entroterra ancora si parla la lingua Grika. Se arrivate dunque a Lecce non fermatevi solo ai gioielli delal città, ma spostatevi sulla costa Adriatica, che dista solo 10 km, e scoprite un mare meraviglioso e le Grotte della Poesia. Oppure spostatevi sull’altro lato, e scendete sulle spiagge di sabbia fina per giungere fino a Santa Maria di Leuca e guardare l’incontro tra i due mari.

Gusti salentini

Il Salento e Lecce, oltre ad essere un territorio ricco culturalmente, è anche un paradiso per gli amanti della buona cucina. Naturalmente troviamo taralli e friselle, diffusi in tutta la Puglia, ma anche rustici leccesi, lo spuntino di mezza giornata, le orecchiette, immancabili al sugo o alle cime di rapa, e i pasticciotti, pastafrolla ripiena di crema. E poi tanto pesce da accompagnare con uno dei buonissimi vini salentini, come il Leverano o il Nardò.

Abbiamo fretta di trovare altri eventi ...