Cosa fare a Parma

Parma non è solo un capoluogo di provincia, ma anche e soprattutto un antico e fiorente ducato, dall’inestimabile patrimonio artistico e culturale, ma anche culinario!

Il patrimonio artistico

Sicuramente ogni giro della città che si rispetti dovrebbe cominciare da Piazza del Duomo, dove si trova anche la Cattedrale di Santa Maria Assunta. Essa, insieme al Battistero, rappresenta uno dei maggiori simboli della città, nonché principale luogo di culto. All’interno sono conservate diverse opere d’arte rinascimentali.

Il Battistero si fa sicuramente notare per la sua pianta ottagonale ed il suo stile romanico gotico. Al suo interno racchiude ben sedici arcate completamente affrescate, la cui ricchezza iconografica lascia ogni visitatore senza fiato. In Piazza Duomo vi è anche il Palazzo Vescovile, che oggi ospita il Museo Diocesano.

Un viaggio nella cultura

Giungendo al Piazzale della Pace, è impossibile non notare il Palazzo della Pilotta, costruito nel XVI secolo per i duchi ferraresi. Al suo interno ha sede non solo il Teatro Farnese, ma anche il Museo Archeologico di Parma, la Galleria Nazionale di Parma e la Biblioteca Platina. Durante la bella stagione, inoltre, diversi spettacoli e concerti all’aperto vengono organizzati nel suo cortile esterno.

L’arte neoclassica viene invece preservata da strutture quali il Palazzo di Riserva, che ospita il Teatro ducale di Parma. Nelle vicinanze sorge anche il Teatro Regio, uno dei più prestigiosi d’Italia. Altri gloriosi esempi dei periodi storici e artistici che hanno attraversato la città si trovano nel Parco Ducale, rappresentati dal Palazzetto Eucherio Sanvitale e dal Palazzo del Giardino.

I burattini

Una delle più antiche tradizioni della città di Parma è quella legata all’arte dei burattini. A celebrarla, vi è un Castello, che si trova nel Museo Giordano Ferrari. Il nome deriva proprio dal più famoso burattinaio della città, e la collezione è una delle più importanti d’Italia. Essa comprende tutta la collezione della famiglia Ferrari, che include burattini per lo più intagliati in legno. L’ingresso al museo è gratuito, ed è sicuramente una delle attrazioni più apprezzate di bambini.

Un tuffo nella natura

Uno dei giardini più importati di Parma è il Parco della Cittadella, che si trova all’interno di una fortezza rinascimentale. La struttura nacque per scopi difensivi ed era considerata un luogo terribile, teatro di pene capitali. Oggi è invece un’oasi verde, dove passeggiare e rilassarsi.

Ma nessun giro nella natura è completo senza una visita all’Orto Botanico di Parma. Si tratta di un giardino storico monumentale, interamente gestito dall’Università cittadina. Nato per la coltivazione di erbe e piante medicinali, oggi è un punto di riferimento per tutti gli appassionati di storia naturale.

I deliziosi manicaretti

L’Unesco ha riconosciuto a Parma il nome di città creativa, proprio per le sue specialità enogastronomiche. È impossibile pensare a Parma senza associarla subito all’omonimo prosciutto crudo, uno dei più famosi della realtà non solo italiana ma anche estera.

Per quanto riguarda i formaggi, il Parmigiano Reggiano ne è sicuramente il re. Salumi e formaggi sono da accompagnare ad un calice di Lambrusco, corposo vino rosso, usato anche come ingrediente principale del risotto.

Abbiamo fretta di trovare altri eventi ...